Estrema d’Alpeggio Fontina DOP è una fontina a Denominazione d’Origine Protetta, prodotta negli alpeggi tra i 2.000 e i 2.700 metri di altitudine, di cui ci siamo innamorati già dal primo morso!

Negli alpeggi le mucche sono alimentate solamente con l’erba del pascolo ed acqua, senza alcuna integrazione: peculiarità che permette di ottenere fontine DOP dalla sapidità ben bilanciata, con caratteristiche definite di dolcezza, morbidezza ed elasticità.

La texture della sua pasta di colore giallo paglierino intenso è alleggerita da una leggera occhiatura, sparsa qua e là, ed è protetta da una crosta sottile e compatta.

Il sapore dolce della sua pasta morbida ed elastica si fonde in bocca in un’elegante armonia di note di burro cotto, di nocciole ed erbe aromatiche, conquistando anche i palati più delicati e pretenziosi.

Sublime diviene l’abbinamento di Estrema d’Alpeggio con miele aromatico, frutta fresca (mele e pere), pane nero di segale e bocconcini di polenta. Il tocco finale è l’esaltazione di questa danza di gusti con eleganti calici di vini rossi corposi, come per esempio il Nebbiolo di PIO CESARE o il Pinot Noir CHATEAU D’ARLAY.

Dalla forma circolare e maestosa, Estrema d’Alpeggio Fontina DOP è un formaggio prodotto con latte crudo intero di bovina appartenente alla razza Valdostana – Pezzata rossa, Pezzata nera, Castana.

Estrema d’Alpeggio Fontina DOP è il prodotto caseario d’eccellenza più alto d’Europa, in quanto conforme al disciplinare di produzione della DOP Fontina e con certificazione della Fontina DOP:

  • il latte proviene da una sola mungitura ed esclusivamente da alpeggi di alta quota tra i 2.000 e i 2.700 metri
  • l’alimentazione delle mucche è solamente al pascolo, senza integrazione alcuna
  • l’erba dei pascoli è sottoposta periodicamente ad analisi vegetazionale
  • sono noti gli alpeggi di provenienza del latte.

Estrema d'Alpeggio Fontina DOP | Bottega da Andrea

Oltre a ciò, quali sono le caratteristiche che rendono Estrema d’Alpeggio la Regina delle Fontine DOP?

  1. Il luogo di produzione: gli alpeggi ad alta quota.
    Oltre i 2.000 metri di quota, l’estate è più breve e l’erba matura più tardi. Per cui la produzione di questa fontina DOP avviene, molte volte, in solo 4 settimane, dando vita a poche forme selezionate ed esclusive.
  2. L’eccellenza della materia prima: il latte crudo da vacche alimentate solo con erba fresca di pascolo.
    Peculiarità straordinaria dell’alimentazione esclusivamente naturale delle mucche è che le erbe e i fiori a 2.000 metri di altitudine sono diversi da quelli che si trovano a 2.600 mt. Tutto ciò, unitamente alla lavorazione manuale da parti delle mani del casaro, permette di creare un formaggio dal sapore ricco ed inconfondibile, in quanto caratteristico di quel preciso alpeggio.
  3. Il metodo artigianale di lavorazione del latte secondo i sapienti metodi di un tempo con attrezzi che profumano di legno di montagna.
    In malga, la lavorazione artigianale del latte preserva gelosamente la ricchezza dei sapori della materia stessa, trasferendoli al prodotto finito.

 In più Estrema d’Alpeggio Fontina DOP è simbolo non solo dell’importante progetto di valorizzazione della fontina prodotta oltre i 2.000 mt, nato nel 2016 grazie all’ARPAV (Associazione dei Proprietari d’Alpeggio) e ai fondi del GAL Valle d’Aosta, ma è anche testimone dei temi di sostenibilità e ambiente, volti a salvaguardare i pascoli d’alta montagna come patrimonio naturale oltre a sostenere l’eco-sistema agricolo e zootecnico.

Quindi come evitare di cedere alla tentazione di assaggiare questa “Fontina DOP Estrema”? Decisamente una missione impossibile!

Tel 049 5384572    info@bottegadaandrea.it    Lun - Sab: 8:00 - 13:00, 15:30 - 20:00 / Mer: 8:00 - 13:00 / Dom: chiuso